Come Aggiudicarsi Aste su eBay e Risparmiare

Molti utenti si tengono lontani dalle aste su eBay per paura che, come spesso accade, si trasformino in un rilancio infinito in cui tutti gli interessati cominciano a fare offerte alla rinfusa molto prima dell’effettiva scadenza. In questa guida vi darò degli utili consigli, ormai collaudati dai più esperti, su come aumentare nettamente le possibilità di aggiudicarvi l’oggetto dei vostri desideri senza pagarlo il doppio.

Per iniziare, l’unica offerta da fare è quella finale. Non cominciate a rilanciare il prezzo di partenza né cinque ore né cinque minuti prima. Qualcun altro rilancerà, e otterrete solo l’effetto di pagare di più in caso vi aggiudichiate l’oggetto. E’ vero, altri meno furbi purtroppo lo faranno, quindi mettetevi l’animo in pace, non pagherete il prezzo di partenza tale e quale, e molto probabilmente la differenza non sarà in centesimi.

Il momento ideale per fare l’offerta è a circa 15 secondi dalla scadenza della stessa. Conviene avere una connessione abbastanza veloce (con una molto veloce potete tentare anche 10 secondi prima), per non rischiare di non riuscire a caricare la pagina in tempo per confermare. Cercate magari di non avere in funzione programmi che mangino troppa banda (tipo Emule e affini) mentre rilanciate.

Se la vostra puntata sarà la stessa dell’utente che ha rilanciato prima di voi (nei pochi secondi in cui si effettuano le ultime puntate è impossibile controllare), per le regole di Ebay l’oggetto se l’aggiudicherà lui. Per questo motivo è sempre consigliato di non puntare multipli di cinque o solo pochi centesimi.

Se il prezzo è ad esempio 4,00 euro viene spontaneo puntare 4,50 euro, oppure di risparmiare puntando 4,01 euro. Non fatelo!Puntate piuttosto 4,73 o 4,86 euro, cifre meno intuitive e non troppobasse. Ancora meglio sarebbe aggiungervi un euro, se siete disposti;difficilmente verrete superati puntando 5,73 o una simile variante. Seguendo questi consigli è probabile che riusciate finalmente ad aggiudicarvi l’oggetto dei desideri.

Lascia un commento