Come Diventare un Chimico

Fare il chimico è senza dubbio una professione molto interessante, e permette sia la libera professione che l’impiego in laboratori.

Il percorso di studi è molto lungo e impegnativo, che può affrontare solo chi è molto motivato e chi ama la chimica, altrimenti ci si perde facilmente nella tortuosità del sentiero da seguire.

Per diventare un chimico occorre in primis una laurea in chimica. Fortunatamente quasi tutte le università posseggono un corso di laurea in chimica. Il corso ha una durata di 5 anni, e come detto in precedenza è molto duro ed impegnativo, ma se si ha passione non sarà di certo questo a scoraggiarvi.

Il primo triennio di studi è di carattere propedeutico. E’ consigliabile seguire tutte le lezioni, poiché non si tratta di materie che si possono imparare da soli e perchè quella del chimico è una professione piena di responsabilità, non è quindi il caso di prenderla alla leggera, e voti bassi non sono graditi dalle aziende che poi dovranno assumervi, siano queste pubbliche o private.

Sono previste nel corso di laurea almeno 200 ore all’anno di pratica in laboratorio, assolutamente da non trascurare. Il laboratorio sarà infatti il quartier generale operativo della nostra professione, e dobbiamo conoscerlo come le nostre tasche.
Al termine dei primi tre anni è anche prevista la prova di lingua straniera, da non trascurare mai, un chimico che sa parlare altre lingue è molto gradito nel mercato internazionale.

Il biennio è un periodo di specializzazione in cui imparerai sezioni specifiche di tuo interesse.
Al termine di questi due anni dovrai affrontare la prova finale, che sarà una tesi sperimentale riguardante l’ultimo semestre del quinto anno.
Si dovranno inoltre superare due esami di corsi opzionali.

Dopo la laurea ci si può iscrivere nell’albo dei professionisti dei dottori in chimica. Dopo l’iscrizione potrai esercitare la tua professione, poiché sarai un chimico a tutti gli effetti.

Lascia un commento