Tassi di Cambio – Come Funzionano

Il tasso di cambio è uno dei fattori più importanti per stabilire il livello di salute economica di una nazione o di un’area (vedi Euro). Ha un ruolo vitale nel commercio di un paese e per ogni economia. Per questo motivo i tassi di cambio costituiscono delle informazioni tra le più analizzate e manipolate dai governi centrali.

Non solo: i tassi di cambio influenzano i rapporti commerciali tra le nazioni. Infatti una moneta con alto valore relativo rende le esportazioni d un paese più costose e invece più economiche le importazioni in caso contrario. Un tasso di cambio basso fa aumentare quella che è chiamata la “bilancia dei pagamenti” grazie a una maggiore quantità di esportazioni verso gli altri paesi.

Tuttavia i tassi di cambio hanno anche un notevole effetto sul portafoglio e sui rendimenti dei singoli investitori.

Il tasso di cambio della valuta in cui un portafoglio detiene la maggior parte dei suoi investimenti determina rendimenti reali. Un tasso di cambio in calo, ovviamente, diminuisce il potere d’acquisto dei redditi e plusvalenze. Inoltre, il tasso di cambio influisce su altri fattori importanti di reddito, come i tassi di interesse, l’inflazione e anche le plusvalenze da titoli nazionali.

C’è da dire che i tassi di cambio sono determinati da numerosi fattori complessi che spesso lasciano anche gli economisti più esperti sconcertati, ma gli investitori dovrebbero riuscire a sviluppare un certo qual grado di comprensione di come il valore delle valute e dei tassi di cambio può condizionare i rendimenti dei propri investimenti.

Lascia un commento