Come Calcolare il ROI

Il ROI ovvero Return on Investment è uno degli indici economici più utilizzato. Sebbene si tratti di un indice molto sintetico, e di per se quindi caratterizzato dall’avere numerosi limiti, il ROI è un ottimo indice che ci permette di capire quanto la gestione caratteristica della nostra impresa renda, prescindendo dal tipo di finanziamento utilizzato.

Il ROI, in italiano indice di redditività del capitale investito o ritorno degli investimenti, ci indica quanto il capitale investito nell’azienda sia redditizio. Il calcolo è molto semplice, l’indice si ottiene dividendo il Risultato Operativo per il Capitale Investito Netto Operativo e poi moltiplicando per 100.

Per Risultato operativo si intende il risultato derivante dalla sola gestione caratteristica dell’impresa. Allo stesso modo con Capitale Investito Netto Operativo si intende il totale degli impieghi caratteristici al netto degli ammortamenti e degli accantonamenti. Si escludono quindi gli investimenti non riguardanti l’attività caratteristica.

Vediamo un esempio di calcolo. Un’impresa A presenta un risultato operativo pari a 200.000 euro e un Capitale Investito Netto Operativo pari a 1.000.000 di euro. il ROI sarà quindi dato da 200.000 fratto 1.000.000 per 100 ovvero nel nostro caso 20%. Per dare un giudizio sul valore del ROI va confrontato con il costo del denaro. L’indice dovrebbe, in linea di massima, non essere inferiore al tasso di indebitamento. Se così fosse andrebbe a diminuire il ROE dell’azienda, che indica la redditività del capitale apportato in azienda. Relativamente a questo indicatore è possibile vedere questa guida sul ROE dove sono presenti informazioni più dettagliate.

Lascia un commento