Carte Prepagate e Prelievi in Valuta Diversa

Le carte prepagate emesse in Italia da banche e da Poste si possono caricare solo in euro, e si possono usare tranquillamente anche all’estero. Sia nei paesi della Ue dove circola l’euro, che nei paesi stranieri dove la valuta locale non è l’euro.
A patto che la carta sia associata a un circuito di pagamento internazionale. Può essere usata anche per i prelievi nella valuta diversa dall’euro. Sarà il circuito di pagamento della carta prepagata a calcolare in automatico il tasso di cambio.

Se per esempio siete in Svizzera, anche se sulla carta prepagata sono stati caricati soldi in euro, sarà possibile prelevare in franchi svizzeri. Se siete in Inghilterra è dovete prelevare in sterline nessun problema. Oppure se siete negli Usa è dovete prelevare in dollari nessun problema.

Attenzione, il prelievo può essere fatto presso tutti gli ATM, sportelli bancari automatici, che espongono il simbolo del circuito di pagamento della vostra carta. Se ad esempio avete una Postepay Standard dovete trovare un ATM che accetta carte di credito e di debito del circuito Visa. Se invece avete una Genius Card di Unicredit il prelievo può essere fatto presso gli ATM che accettano carte di credito, o di debito, associate al circuito di pagamento Mastercard.

Attenzione anche ai costi, sono più alti rispetto al prelievo effettuato in euro, perchè oltre al tasso di cambio, e alla commissione per il prelievo, si deve aggiungere la commissione per operazioni in valuta diversa dall’euro. Nonostante questi costi è più conveniente prelevare da ATM nella valuta locale, che recarsi con il contante da un’agente di cambio per effettuare il cambio.

Su cosa è meglio usare all’etero se carte prepagate Mastercard o Visa possiamo dire che le differenze ormai sono poche. Ma le commissioni applicate dagli emittenti delle carte sui prelievi possono variare e di molto. Prima di scegliere la carta prepagata da usare all’estero è bene confrontare i costi consultando i prospetti informativi.

Lascia un commento