Come Costituire una Ditta Individuare

La ditta individuale è la forma di attività più semplice da costituirsi. Infatti la sua costituzione non prevede degli obblighi particolari. La persona che decide di aprire una ditta individuale è una persona fisica, che quindi non ha giuridicità. I passi da compiere per la sua apertura sono pochi e semplici.

Prima di iniziare, è importante capire che la costituzione è necessaria solo per chi esegue un’attività continuative. Per lavori saltuari è infatti possibile utilizzare la prestazione occasionale, senza bisogno di Partita IVA. Per informazioni su questo strumento è possibile vedere questo sito sulla prestazione occasionale.

Il primo passo da compiere per l’apertura di una ditta è quella di richiedere eventuali autorizzazioni o licenze, come ad esempio quelle sanitarie per l’idoneità del locale dove dovrà essere svolta l’attività.
Una volta ottenute queste dovremmo invece recarci all’agenzia delle entrate al fine di far attribuire alla nostra attività la Partita Iva. Questa operazione ha un costo esiguo, dal momento che si devono pagare solo le spese di segreteria.

L’altro passo da compiere è quello di procedere all’iscrizione della propria attività al registro delle imprese, presso la camera di commercio di competenza territoriale.
Questa operazione ha un costo che si aggira sulle 100 €, e poi anche annualmente dovrà essere versata alla camera di commercio una somma all’incirca pari a quella di apertura, che prende il nome di “diritto annuale”.

A questo punto ci si dovrà recare all’INPS per effettuare l’iscrizione, e se il tipo di attività lo richiede si dovrà effettuare l’iscrizione anche all’INAIL.
Per quanto riguarda i costi annuali di INPS ed INAIL essi non sono fissi, ma variano al variare di alcune variabili, quali ad esempio il rischio di attività svolta.